Porcellana: una ceramica pregiata perfetta in cucina

Sebbene nel linguaggio comune si tenda a parlare di ceramica e porcellana come se fossero la stessa cosa, si tratta di due materiali diversi. La porcellana, in breve, è un tipo di ceramica particolare che si differenzia sia per l’impasto sia per l’uso finale che se ne fa.

Che cos’è la porcellana

La porcellana non è altro che una particolare tipologia di ceramica molto pregiata composta principalmente da argilla bianca ma anche caolino, quarzo, feldspato. A seconda della temperatura di cottura, si definisce come porcellana dura o tenera. Ciononostante, le cotture raggiungono comunque temperature molto superiori, cioè intorno ai 1000° c. In ambo i casi, esiste un ampio campo di utilizzo della porcellana per realizzare piatti ristorante, tazze, tazzine, pirofile, salsiere, ciotole, antipastiere, insalatiere, coppette, vassoi e tutto quello che serve in una qualunque cucina, tanto professionale quanto di casa.

La porcellana può essere decorata sotto smalto con diverse tecniche; oggi si fa grande ricorso alla stampa digitale ma le più pregiate sono ancora decorate a mano.

Perché scegliere la porcellana

Vale la pena investire in piatti e altri supporti in porcellana poiché si tratta di un materiale resistente e anche facile da pulire. Rispetto alla semplice ceramica, la porcellana può essere utilizzata tranquillamente anche in forno, tradizionale o a microonde. Infatti, molte pirofile sono realizzate in porcellana che garantisce una cottura omogenea degli ingredienti.

Inoltre, la porcellana è più pregiata e assicura un’estetica più elegante. Nel momento in cui si desidera avere un servizio di piatti di alto livello, l’unica soluzione da prendere in considerazione è la porcellana che comunica subito pregio.

Quello che però la rende assolutamente preferibile rispetto alla ceramica riguarda la sua maggiore resistenza. Infatti, la porcellana rispetto alla ceramica difficilmente si sbecca o si rovina perciò è adatta a un uso più intenso, motivo per cui viene preferita all’interno dei ristoranti. Se un piatto in ceramica si rovina facilmente, cioè si crepa o si sbecca, alla porcellana invece non succede affatto poiché è più duratura e non teme di essere addirittura maltrattata.