Riciclo della carta: l’Italia è la migliore in Europa

Per una volta, l’Italia non è il fanalino di coda nelle classifiche che mettono a confronto i vari stati del vecchio continente. Ad esempio, può succedere per quanto riguarda il rapporto PIL / debito pubblico, la percentuale di Italiani, di laureati che emigrano all’estero etc. Insomma, purtroppo ci sono diversi dati in cui l’Italia non brilla ma stavolta è il contrario. Infatti, se si parla di raccolta differenziata, l’Italia è prima, soprattutto per quanto riguarda la carta.

Italia al primo posto in UE

È un’Italia da record quella che viene fuori quando si parla di riciclaggio della carta. Già nel 2022 l’Italia aveva raccolto circa 3,6 tonnellate di carta. In pratica, circa l’80% della carta e cartone è stato inviato vero il riciclo perché torni ad essere nuovamente utilizzabile. In Italia il sistema di riciclaggio della carta è un vero fiore all’occhiello reso grazie a una filiera che è stata sviluppata nel corso degli anni. Il sistema di smaltimento rifiuti ha da sempre valorizzato la carta e oggi, finalmente, se ne raccolgono i frutti. Per avere subito ulteriori dettagli, fai click su www.smaltimentorifiutiroma.it

Gli obiettivi posti dall’UE

L’unione europea ha stabilito degli obiettivi minimi relativi alla raccolta differenziata e al riciclaggio dei vari materiali che tutti i paesi membri devono raggiungere entro il 2030. Per quanto riguarda la carta, entro questo limite, dovrà esserne riciclata almeno il 70%. In pratica, l’Italia ha raggiunto e superato l’obiettivo con un anticipo di almeno sette anni, mentre gli altri paesi europei arrancano in tal senso.

La carta è d’altronde una risorsa estremamente preziosa prodotta dall’abbattimento di alberi e foreste. Il patrimonio boschivo va tutelato il più possibile in un mondo sempre più dedito alla costruzione e cementificazione. Risulta quindi vitale recuperare la carta e il cartone avvalendosi di un sistema di riciclaggio sempre più efficiente ed efficace cioè in grado di dar vita a carta riciclata con qualità pressoché identiche a quella prodotta dalle fibre vegetali.