Blefaroplastica: l’intervento per uno sguardo più giovane e riposato

Con il passare degli anni, appaiono sul volto segni di espressione e rughe localizzate principalmente attorno alle zone che si muovono di più del viso. In particolare, si possono nuotare rughe attorno la zona degli occhi che prendono il nome di zampe di gallina. Inoltre, lo sguardo può risultare stanco e invecchiato a causa delle antiestetiche borse sotto gli occhi.

Come si esegue la blefaroplastica

Per ottenere finalmente uno sguardo più giovane e riposato si può ricorrere a diverse soluzioni tra cui la migliore prende il nome di blefaroplastica. La chirurgia plastica a Roma interviene eliminando la pelle in eccesso cadente che causa le rughe. In questo caso, si parla di blefaroplastica superiore poiché il chirurgo plastico incide la zona sopra dell’occhio con un’incisione a forma di mezzaluna seguendo le pieghe naturali dell’occhio affinché le piccole cicatrici che ne risultano siano ben nascoste. A questo punto, la pelle viene tirata e il chirurgo elimina quella in eccesso per distendere lo sguardo.

Risulta abbastanza normale voler intervenire sulla zona degli occhi perché rappresenta una parte che caratterizza molto il viso e l’aspetto di una persona. Inestetismi come rughe e segni di espressione attorno allo sguardo devono essere eliminati se si vuole ottenere un aspetto più giovane in modo definitivo. Sicuramente, è vero che si può intervenire in maniera soprattutto preventiva con creme specifiche e massaggi facciali ma nulla garantisce risultati immediati e duraturi come la blefaroplastica, motivo per cui risulta essere tra gli interventi di chirurgia plastica a Roma più richiesti in assoluto al giorno d’oggi.

Che cosa succede dopo l’intervento di blefaroplastica

Alla blefaroplastica superiore può abbi che delle delle occhiaie. Per eseguire questo tipo di intervento, il chirurgo pratica un’incisione lungo delle ciglia per poi procedere a tirare la pelle.

Successivamente, la zona può presentarsi gonfia e dolorante per cui il paziente può assumere degli antidolorifici prescritti dal chirurgo plastico. Una volta che il gonfiore è la tumefazione si sono riassorbiti, si possono già notare i primi risultati dell’intervento, ovvero uno sguardo più riposato e fresco